giovedì, ottobre 05, 2006

Niente di più. E niente di meno. Oggi proprio niente di niente.

1 commento:

gianluca ha detto...

B-SIDE: ...ma che poi non lo so se da certi messaggi uno consapevolmente si possa separare.
effettivamente non è che rileggi continuamente quei messaggi, ma sai che ci sono e son là, pronti all'uso, anche se logori.

però a volte mi chiedo: che senso ha tenere un qualcosa che non mi appartiene più, solo per avere una caramella di autostima o una dose di zucchero in 160 caratteri per l'ego? Un conto è un qualcosa che ancora mi emoziona e mi fa vibrare: ma un segno d’affetto –passato- di una persona che ormai non vedo e non sento più ha ancora un qualche valore?