martedì, aprile 10, 2012

È come credere di volare, senza preoccuparsi di esserne capaci davvero.
Come da bambini, quando ci si immaginava adulti.

2 commenti:

Marta ha detto...

I tuoi post sono poesie commoventi...

Né arte né parte ha detto...

Grazie Marta. Molto gentile. Passerò a leggerti con calma anch'io.