martedì, maggio 23, 2006

Il treno procedeva spedito, i minuti e i quarti d’ora passavano, mentre l’inevitabile diffidenza iniziale si scioglieva parola dopo parola, sorriso dopo sorriso. Dopo un’ora si era già in confidenza, e dopo un’ora e un quarto mi sembrava di essere, anzi ero già, innamorato di lei.

Parlammo inizialmente di libri, in quanto prima di rivolgerle la parola avevo estratto dallo zaino “Tokyo Blues” di Murakami, che lei considerava uno dei suoi romanzi preferiti

“Come mai a Milano?” le chiesi.

“Sono andata a trovare il ragazzo…” mi disse con fare malizioso - lo sapevo, dovevo immaginarlo- pensavo tra me e me.

“Peccato, mi stavo già innamorando di te…” le dissi, conscio sia che non avevo niente da perdere sia che sostanzialmente era vero.

“Stavo scherzando..!!” e lo disse sorridendo, mi sembrava lusingata “comunque lo prendo come un complimento… a meno che tu non lo dica a tutte dopo appena un’ora…”

La voce meccanica proveniente dallo speaker annunciò che eravamo in prossimità di Padova; dopo esserci scambiati i numeri di cellulare le chiesi se le andava di vederci ancora.

“Va bene per stasera alle 10… in piazza?” mi chiese.

"Va benissimo.." risposi, trattenendo a stento la felicità


2 commenti:

Luca ha detto...

Ciao Gian,
accedo solo ora al tuo Blog ...
E' straordinaria la cosa che hai fatto .... Proprio grandiosa l'idea di un Blog ... ho letto solo l'ultima cosetta da te pubblicata e mi sembrava di riconoscerla già questa storia ... Ma mi sbaglio o l'hai presa dal tuo prox libro???
Buona serata.
Luca

Luca ha detto...

Mi ha proprio incuriosito questa cosetta del Blog ..
Ti scrivo io qualcosa ... un brevissimo pensiero che però ritrae pienamente il periodo che sto passando ...

"Fui rapito da un turbinio incessante di emozioni malinconiche. Solo ora capisco che devo fermarmi per riscoprire il senso dei miei giorni. Solo ora capisco che la vita è troppo breve per essere tristi"

E' tutta farina del mio sacco .. cosa pensi! magari ti va anche di pubblicarla!
Ciao ciao

Luca