martedì, febbraio 13, 2007


Si sogna in bianco e nero o a colori? Non ne ho idea, non ci ho mai fatto caso a dir la verità. Ultimamente poi, nemmeno ricordo dove e cosa ho vissuto durante il sonno. Al limite mi rimane stretta qualche sensazione, che il cervello non ha sfumato a dovere. Se mi fosse concessa la scelta, tuttavia, non avrei dubbi: preferirei sognare in bianco e nero. Non sono affatto un nostalgico, ma una foto e una pellicola in b/n emanano un fascino elegante di pura reticenza. Sì, mi piacerebbe, almeno nei miei sogni, essere protagonista di un’avventura in bianco e nero: avrei la sensazione di essere l’interprete, senza copione, di una delicata commedia, diretta con mano poetica da un malinconico regista innamorato.

5 commenti:

Theo ha detto...

Io me li ricordo... sono a colori!
Oh Gianlù, ma dove sei finito? La bibbbliotecati invoca

Sly ha detto...

I miei sogni sono sempre in technicolor!; )

In risposta alla tua domanda qui sotto: Non credo sia un caso...

gianluca ha detto...

a quando i sogni in digitale ad alta definizione?! vedo già le occhiaia del giorno dopo... "hai dormito male?" "no, ho sognato che sembrava di stare al cinema..."

Diego D'andrea ha detto...

Io lo vorrei solo per potermi sentire Humphrey Bogart in Casablanca ;-)
Saluti D

gianluca ha detto...

grande Diego! io Casablanca non l'ho visto - beata ignoranza, e quanta!- ma capisco cosa intendi...